Favola · Fiaba

Il regno di Conifinocane

By Sonia

conifinocane
Conifinocane visto da Francesca

C’era una volta tanto tempo fa

un paese molto lontano che si chiamava Enchantment. Quel paese era molto strano perchè, tutto funzionava al contrario,lì le persone grasse erano definite magre e quelle magre grasse. Questa inversione, era causata dal re di quel paese, che era altrettanto strano.

Si chiamava Conifinocane e aveva il muso da delfino, la coda da coniglio e il corpo da cane.

Lui era strano, ma tuttavia era un tipo molto simpatico e parlava di se stesso sempre in terza persona. Lui piaceva molto ai bambini,sia per il suo carattere molto goffo e molto buffo,che per il suo strano ma divertente aspetto,ma lui, piaceva ai bambini anche perchè quando rideva gli uscivano broccoli dalla testa, che per i bambini visto lo strano e inverso paese, i broccoli erano dolci più buoni dei cupcakes. Ah dimenticavo una cosa importante ciò che era veramente strano è che a Enchantment il paesaggio era fatto di verdure. Il nostro protagonista Conifinocane anche quando non voleva faceva ridere, perché spesso con la sua goffaggine, cadeva, inciampava su qualcosa di inesistente oppure faceva una battuta buffa e tutti i bambini ridevano. Ma per i bambini del luogo lui era solo il giullare di corte e non lo ritenevano all’altezza del ruolo di re o almeno non all’altezza del ruolo di un re seriamente inteso. Ma a Conifinocane questo non importava e lui continuò a essere se stesso.

Un giorno però la vecchia regina di Enchantment, una mucca rosa di nome Rosapinta venne a riscattare il suo regno che diceva esserle stato rubato dal nostro giullare. Conifinocane custodiva un segreto e ogni qual volta pronunciava la parola magica BOING ecco che appariva un quaderno fatato in grado di esprimere tutti i desideri di chi lo possedeva. Pare che fosse stato proprio grazie a “BOING” e al quaderno magico che Conifinocane avesse ottenuto il regno di Rosapinta.

Al tempo in cui regnava Rosapinta, Enchantment era un regno fatto di cioccolato, e di tante leccornie….una goduria del palato per i golosi.

Rosapinta disse allora rivolgendosi a colui il quale le aveva rubato il regno:

<<TU, SEI TU CHE MI HAI RUBATO IL REGNO!ESSERE IGNOBILE! io ero qui prima di te e tu non hai fatto niente per meritarti questo regno e lo hai reso invivibile per i palati raffinati>>

Conifinocane rispose:

“Ma dolcissima Madame…ehm…sua altezza…ehm… sua immensità….ops non sapeva come chiamarla :il giullare che è in me chiede venia umilmente. CONIFINOCANE NON VOLEVA FERIRLA! LUI CREDEVA CHE IL RUOLO DA RE FOSSE LIBERO!A LUI DISPIACE MOLTO PER LA SUA COLLERA!E CHIEDE DI ESSERE PERDONATO”

Rosapinta indispettita e spocchiosa rispose :

<<NON LO SO CI DEVO PENSARE!>>

Conifinocane rispose:

<<PER FAVORE! LUI SI è PENTITO!>>

Rosapinta ad un certo punto vide spuntare miele e panna dai muri circostanti con meravigliose coreografie di foglie di rapa e senti risvegliare la parte buona di sè ….rispose:

<<EH VA BENE! TI PERDONO….ma solo se darai a me lo scettro del paese visto che non ti importa nulla del potere… per adesso potrai continuare a vivere in un angolo della mia corte se mi prometti di non usare più la parola magica che ti rende così forte.

Con gli occhi lucidi dalla contentezza Conifinocane accettò.

Dopo un po’ di tempo la regina cominciò a scorgere dei lati gradevoli nel suo nemico e stranamente i due si innamorarono e si sposarono. A quel punto decisero di bruciare il quaderno e Enchantment diventò un paese “libero”, fatto sia di dolciumi che di verdure. E dopo un po’ di tempo la natura e l’amore tra i due diedero frutti e i due formarono una CONIPINTA famiglia.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...